Torsione dello stomaco del cane,come accorgersi in tempo e correre ai soccorsi

    Questo è un grosso probblema per il nostro cane e spesso viene sottovalutato da molte persone pensando magari che non sia una cosa seria e vitale,ma la torsione di stomaco è una patologia dove l’intervento tempestivo del veterinario è di fondamentale importanza per la salvezza del cane; per questo motivo è necessario che il proprietario la sappia riconoscere fin dalla comparsa dei primi sintomi,le cause della torsione sono molteplici, non esiste una sola causa, ed è quindi una patologia difficile da prevenire,sappiamo che ci sono delle razze maggiormente predisposte, tra queste l’Alano, il Boxer, il Pastore Tedesco, i Levrieri (razze con torace stretto e profondo); per fortuna l’incidenza della torsione non è molto elevata nei retrievers ma non si può escludere a priori la possibilità di una sua insorgenza. Tra le altre cause ricordiamo: i pasti abbondanti somministrati una volta al giorno e la voracità del cane, le bevute abbondanti e l’eccessiva attività fisica dopo il pasto. Probabilmente la torsione è facilitata da un certo grado di lassità congenita o acquisita del legamento gastro-epatico che dovrebbe tenere fermo lo stomaco nella sua posizione naturale.Lo stomaco ha l’aspetto di un sacco e, come tutti gli organi dell’apparato gastroenterico, si contrae e si rilassa per permettere il rimescolamento del cibo e quindi la progressione dello stesso nell’intestino tenue. L’alimento entra dall’esofago attraverso il cardias ed esce dal piloro. Probabilmente uno spasmo improvviso ne determina la torsione. Immaginatevi lo stomaco che ruoti intorno al proprio asse (cardias-piloro): la conseguenza è la totale chiusura di queste due aperture. I gas generati dalla fermentazione degli alimenti quindi non possono più uscire provocando una progressiva e continua dilatazione dello stomaco. Poiché la milza è anatomicamente appoggiata allo stomaco, nella torsione vengono coinvolti anche i vasi sanguigni della milza, che si chiudono.

    Il primo sintomo è il rigonfiamento progressivo dell’addome. Il cane può manifestare conati di vomito senza però alcuna espulsione di materiale alimentare ed essere in preda a grande agitazione o profondo abbattimento. In breve tempo la sintomatologia si aggrava, l’addome, la cui percussione da’ un suono simile a quello di un tamburo, assume dimensioni evidenti. Insorge difficoltà respiratoria per la compressione sul diaframma e il battito cardiaco diventa debole. La morte può sopraggiungere dopo un paio di ore di grande sofferenza.Quanto prima si interviene maggiore è la possibilità di salvezza dell’animale. Nei casi in cui l’intervento del veterinario è tardivo, non si può escludere la morte del cane per il grave stato di shock che si è instaurato. La terapia della torsione di stomaco presuppone quindi il ricovero quanto più possibile sollecito, per poter effettuare la decompressione gastrica.Alcune torsioni meno gravi (torsioni parziali) si risolvono con l’introduzione di una sonda gastrica attraverso l’esofago. Se la sonda riesce a passare il cardias, la fuoriuscita dei gas e del cibo determina l’immediato svuotamento dello stomaco che riprende la sua posizione naturale. L’incidenza delle ricadute è però elevata. Nei casi gravi, caratterizzati da torsione totale che perdura da tempo con presenza di evidente difficoltà respiratoria, è necessario l’intervento chirurgico.In caso di apertura chirurgica dell’addome, il volume dello stomaco viene prima ridotto mediante l’introduzione di un grosso ago (gastrocentesi), che permette l’eliminazione dei gas, poi la torsione viene ridotta manualmente e lo stomaco riposizionato. Poiché la torsione è una patologia che può ripresentarsi dopo la prima insorgenza, in sede chirurgica si procede alla fissazione dello stomaco alla parete dell’addome (gastropessi). Alcune volte si rende necessaria l’asportazione della milza se risulta danneggiata dal prolungato arresto dell’irrorazione sanguigna.L’intervento presenta frequenti complicanze e la buona prassi chiede che il cane venga mantenuto in osservazione per alcuni giorni ed aiutato con terapia di sostegno post operatoria.Non esiste una prevenzione specifica ma alcuni accorgimenti possono ridurre la probabilità di insorgenza di una torsione di stomaco: somministrare almeno due pasti al giorno, evitare abbondanti bevute di acqua fredda, evitare l’attività fisica dopo i pasti.Un consiglio importante: non date da mangiare al vostro cane la sera molto tardi: se la torsione di stomaco sopraggiunge durante la notte, ve ne accorgereste solo la mattina dopo e, purtroppo, può essere troppo tardi per un qualsiasi intervento,quindi se notate qualche cosa di simile nel vostro cane contattate immediatamente il vostro veterinario.

     

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 09 May 2016




Categorie: Animali e Cani

Tag: torsione stomaco cane,veterinario,patologia cani,Boxer,Pastore Tedesco,Levrieri,pasto cani,sindrome canina,