I serpenti più pericolosi e velenosi del mondo,ecco come identificarli

    Per tutti gli amanti dei rettili oggi in questo articolo mostreremo i 3 serpenti più pericolosi del mondo,quelli dal veleno più potente,complessivamente in tutto sono ben 10 i serpenti letali,ma vediamo intanto di un unico serpente americano nella lista, il Serpente a sonagli è facilmente identificabile dal grosso sonaglio che ha alla fine della coda. I serpenti a sonagli o crotali fanno parte della famiglia dei viperidi, e sono in grado di colpire fino a 2/3 della lunghezza del loro corpo. Il Crotalo diamantino orientale è considerato il serpente a sonagli più velenoso del Nord America, una cosa molto strana è che i piccoli sono considerati più pericolosi degli adulti, a causa della loro incapacità di controllare la quantità di veleno iniettato,infatti la maggior parte delle specie di serpenti a sonagli, hanno un veleno emotossico, che una volta iniettato distrugge i tessuti, degenerando gli organi e provocando coagulopatia,il morso di un crotalo non è mortale se curato tempestivamente, ma può portare alla perdita degli arti colpiti. Di solito il morso si manifesta con difficoltà respiratorie, paralisi, bava e una massiccia emorragia. Tuttavia i vari sieri e le varie cure riducono il tasso di mortalità a meno del 4%.

    La Vipera della morte si trova in Australia e Nuova Guinea.  È un serpente con una dieta molto varia che comprende topi ma anche altri serpenti. Ha la testa a forma triangolare, e una dimensione massima di 80cm, con un corpo molto tozzo. Di norma, il suo morso se non trattato è uno dei più pericolosi al mondo. Il veleno è neurotossico, dunque causa la paralisi degli arti e degli organi vitali, e può causare la morte entro 6 ore, procurando un’insufficienza respiratoria. I sintomi di solito si percepiscono entro 24-48 ore. Il suo morso è curabile, grazie anche alla lenta progressione dei sintomi. La vipera della morte è uno dei serpenti più veloci al mondo per quanto riguarda l’attacco, difatti ci mette solo 0,13 millesimi di secondi a mordere, con un tasso di mortalità del 50 %.La Vipera di Russel si trova principalmente in Medio Oriente e in Asia centrale, in particolare India, Cina e Sud Est Asiatico. Ha un veleno che causa immediato dolore nella zona colpita, immediatamente seguita da gonfiore dell’arto interessato, sanguinamento soprattutto a carico delle gengive e un calo della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. La vipera avendo un veleno emotossico causa la necrosi dell’arto, che generalmente è limitata ai muscoli vicino il morso, ma in casi gravi può espandersi. Altri sintomi sono vomito e gonfiore facciale che avvengono in circa un terzo di tutti i casi, il malore può durare per 2-4 settimane. Spesso, le cause della morte sono: setticemia respiratoria o insufficienza cardiaca,quindi cari amici come avete letto non ce' proprio da scherzare con i serpenti...arrivederci al prossimo articolo..ciao.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 17 May 2016




Categorie: Animali e Cani

Tag: rettili,serpenti,animali pericolosi,veleno è neurotossico,veleno serpente,cobra,serpente a sonagli,boa,vipera,morso di serpente,vipera di russel,setticemia respiratoria,insufficienza cardiaca,