Curriculum Vitae,ecco la strategia per prepararne uno che vi porta al successo per il lavoro

    Molte volte anzi spesso presentare una domanda di lavoro mal scritta ci fa perdere molti punti già in partenza,e allora in questo articolo vi spiegheremo come compilare un curriculum  perfetto,scrivere un buon Cv è un’attività impegnativa che richiede tempo: cercare un lavoro è già di per sé un lavoro,scrivere un Curriculum è faticoso,come lavorare, del resto,preparare un Cv contro voglia,utilizza una grafica standard,puoi trovare modelli standard su Word o scaricarli da Internet,da evitare: compilare a mano il Cv limitandosi ad aprire un file di testo vuoto e scrivendo un elenco di titoli e descrizioni non indicizzate e male impaginate...sii chiaro e sintetico: dai “pillole di te” e non descrizioni dettagliate!Da evitare: monologhi nei quali ti dilunghi su come sei, perché sei come sei: il Cv non è un’autobiografia di 100 pagine scritte post mortem! allega una foto tessera.Da evitare: foto al mare, foto da vamp, selfie, foto che non siano considerabili “professionali”metti in luce i tuoi punti di forza,usa elenchi puntati che facilitino la lettura.modifica leggermente il Cv a seconda dell’azienda a cui lo stai inviando,evita errori di punteggiatura, battitura, ortografia, impaginazione.

    Il Cv è una presentazione ed ogni elemento che lo compone dà un’informazione su chi sei,una volta ultimato, estraniati da te stesso e rileggilo da esterno.Le esperienze lavorative sono la sintesi del tuo percorso di carriera. È importante che tu le scandisca con chiarezza e precisione, facendo attenzione a legare ad ogni esperienza un profilo ricoperto (cassiera, programmatore Java, sistemista, modella, barista, cameriere etc…specificare la durata dell’esperienza lavorativa riportare, in sintesi, le attività svolte (nel caso della cameriera: “si occupa della sistemazione della sala e dei tavoli, dell’accoglienza della clientela e delle ordinazioni”) in questa sezione possono essere inserite anche esperienze “minori” (per esempio tutte quelle che hai svolto mentre studiavi: ripetizioni, lavori da cameriere, barista etc…). Se sei alla tua prima esperienza, ti consiglio di inserirle nel tuo Curriculum: in questa maniera, il recruiter potrebbe pensare che ti sei dato da fare durante gli studi, che hai avuto la capacità di studiare e lavorare contemporaneamente, che, molto probabilmente, sei volenteroso. Se invece hai una professionalità solida e affermata, puoi togliere queste esperienze minori che nel tuo Curriculum da senior potrebbero stonare e non essere più utili,bene ora non ci reasta altro che augurarvi buona fortuna,sperando che anche voi tramite un curriculum accattivante possiate finalmente trovare lavoro.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 18 May 2016




Categorie: Notizie, Tutorial Fai Da Te

Tag: curriculum vitae,lavoro,scrivere un curriculum,domanda di lavoro,trovare lavoro,Cv,esperienze professionali,aziende,ditte,Word,progetto lavorativo,centro di formazione,