Giocare a Dama rafforza il nostro essere...il perché ci viene spiegato qui

    Giocare a Dama fa bene,è quello che hanno affermato i tanti appassionati di questo gioco,la nostra mente viene allenata continuamente,è tutta una fase di ragionameto ben preciso,la concentrazione è il punto cardine,le ricerche archeologiche hanno confermato che il gioco della dama ha origini antichissime, Il più antico completo da gioco, composto da una damiera e le pedine è stato ritrovato in Egitto, risale al 5000 a.C. Oggi lo si può ammirare al museo archeologico di Bruxelles Giochi simili sono stati ritrovati in Mesopotamia e a Creta,non si è in grado di stabilire delle somiglianze fra l’antico gioco egiziano e quello attuale, poiché le pergamene di quel periodo, pur conservando le immagini dei giocatori non riportano le regole del gioco in modo completo e chiaro. Su una di quelle pergamene è stata ritrovata l’immagine del faraone Ramsete III che, con una donna,gioca su una damiera. Nella stessa pergamena è descritta la partita, ma fino ad oggi non è stata ancora decifrata. Anche i Romani giocavano a dama. Alcuni studiosi affermano che i romani usavano questo gioco anche per inventare nuove strategie e tattiche militari.Ma come si gioca a Dama?Il gioco si svolge su una damiera formata da 64 caselle: 32 bianche e 32 scure.Le pedine sono 24: 12 bianche e dodici nere.Il gioco viene sempre iniziato da chi conduce la partita con le pedine bianche.I due giocatori effettuano, alternativamente, una mossa per volta: bianco, nero, bianco, nero ecc.Le pedine muovono sempre in avanti (di una casella per volta) sulle caselle scure e quando raggiungono la base avversaria diventano "dama".

    La dama si contrassegna sovrapponendo un altro pezzo dello stesso colore.La dama può muovere avanti o indietro (di una casella per volta) sempre sulle caselle scure.La presa (cattura del pezzo avversario) è obbligatoria.Quando una pedina (a cui tocca muovere) incontra una pedina di colore diverso con una casella libera dietro è obbligata a prenderla (si dice anche catturarla o mangiarla) passando sopra questo pezzo ed occupando la casella libera immediatamente successiva.La pedina può prendere solo in avanti e può prendere da una a tre pedine con una sola presa, occupando la casella libera subito dopo l'ultimo pezzo preso. La pedina non può prendere le dame.Quando una dama incontra un pezzo (sia dama sia pedina) di colore diverso con una casella libera dietro, è obbligata a prenderlo.La dama può prendere (catturare, mangiare) in qualsiasi direzione e prendere anche più pezzi (occupando sempre la casella libera successiva all'ultimo pezzo preso).E' obbligatorio prendere dalla parte dove c'è il maggior numero di pezzi in presa.A parità di pezzi in presa è obbligatorio prendere con il pezzo di maggior qualità, cioè con la dama.Quando si propone una scelta la dama è obbligata a prendere il pezzo di maggior qualità (cioè la dama).Quando si propone la scelta, la dama è obbligata a prendere dalla parte dove per prima si incontrano i pezzi di maggior qualità (presa di qualità di passaggio).A parità di numero e di qualità dei pezzi da prendere, si può prendere dalla parte che si vuole.La partita di dama è vinta quando uno dei due giocatori riesce a prendere o a chiudere tutti i pezzi avversari o quando l'avversario, in evidente stato di inferiorità, abbandona.Una partita di dama è pari (patta) quando nessuno dei due giocatori riesce a prendere o chiudere tutti i pezzi avversari... bene adesso se avete una Dama a disposizione e un'avversario da sfidare non ci resta che augurarvi buona fortuna.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 19 May 2016




Categorie: Sport, Passatempo e Giochi divertenti, Salute e Ɓenessere

Tag: giocare a dama,gioco antico,pedine,damiera,partita a dama,giochi da tavolo,pedine colorate,avversario,partita patta,