Carta da Parati per stanze,guida completa per sapere come applicarla con il fai da te

    Abbellire la nostra stanza con una carta da parati è qualcosa di molto piacevole e bella da vedersi,noi in questo articolo accompagnato da un video illustrativo vi spiegheremo come applicarla sulle pareti dlle vostre stanze,ma prima di tutto bisogna iniziare con il sapere che per stabilire quanti rotoli di parati servono, bisogna misurare l’area della superficie da tappezzare, sottraendo gli ingombri di porte e finestre (acquistare un rotolo in più per eventuali errori). Il risultato ottenuto va diviso per la larghezza del rotolo,le dimensioni dei rolli sono standard: tra 0,47 e 53 cm, tra 90 e 100 cm oppure circa 70 cm, mentre la lunghezza è 10 metri. Calcolare l’altezza dei muri senza zoccolini e sommare 10 cm 5 per il bordo superiore e 5 per quello inferiore, quindi stabilire il numero di fogli interi che si ricavano da ogni rotolo,si ottiene il quantitativo di rolli dividendo il numero di fogli necessari per quello dei fogli ricavabili da ogni rotolo (per esempio, se da 1 rollo si ricavano 10 fogli e ne servono 50, dividendo 50 per 10 ottengo 5, che è il numero). Un discorso a parte va fatto per le carte da parati che rappresentano disegni: spesso sono fornite in teli singoli pretagliati e numerati anziché in rolli. La confezione comprende lo schema di montaggio con l’immagine del soggetto, già suddiviso in più teli numerati.Predisporre il muro. La parete deve essere liscia, quindi bisogna stuccare eventuali crepe e carteggiare.

    Se il muro è nuovo, rasato a gesso e quindi piuttosto poroso, conviene preincollare la superficie. Se le pareti sono già dipinte con prodotti acrilici oppure con idropitture opache o satinate, invece, si può procede subito con la tappezzeria. Quando la finitura è lucida (per esempio tratta a smalto) occorre prima passare i muri con carta abrasiva.Per le carte da parati in cellulosa e viniliche sono consigliati adesivi a base di cellulosa e amido. Sono in polvere, si miscelano con l’acqua e devono riposare 10 minuti prima di essere usati. Sono diversi a seconda del tipo di carta: più questa è pesante, più la colla è forte. Per i rivestimenti in tessuto serve una colla specifica: vinilica già pronta in pasta. Si trovano anche carte preincollate e altre (in vinile o tnt) che consentono l’applicazione della colla direttamente sul muro.Il consiglio è di tagliare pochi fogli di carta per volta, in modo da evitare errori e sprechi, riportando sul rotolo l’altezza del muro oltre a 10 cm di rifinitura. Quando la tappezzeria è disegnata con decori da affiancare, bisogna numerare i fogli sul retro. Si comincia dal bordo della porta o della finestra, avvicinando il filo a piombo alla parete, a una distanza pari alla larghezza del telo e tracciare la prima linea verticale. Partire dall’alto e appoggiare il foglio sul muro scendendo lentamente. Quando il foglio è incollato, occorre spazzolarlo per eliminare le bolle d’aria, procedendo dall’alto in basso e dal centro verso i lati. Proseguire così facendo combaciare i fogli . In presenza di prese elettriche, bisogna smontare le placche, tagliare la carta da parati a croce in corrispondenza del foro, ripiegarla all’interno e bloccarla riposizionando della placca. Infine, passare sui punti di giunzione dei fogli un piccolo rullo per ottenere la perfetta adesione ,infine con il cutter si rifila la carta alle estremità,se vi trovate il difficoltà per fare questo lavoro magari chiedete consiglio ad un professionista esperto nel settore. 

    .

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 23 May 2016




Categorie: Tutorial Fai Da Te

Tag: carta da parati,tappezzeria,rotoli di carta,lavori in casa,fogli,muri e pareti,montaggio,finitura,lucida,