Chi mangia Cioccolato può considerasi fortunato a sua insaputa...e vi spieghiamo il perché

    Quelli che mangiano spesso cioccolato possono ritenersi fortunati senza saperlo,a volte lo si mangia per fame ma altre volte si mangia più per un fatto di gola,di gusto perché alla fine il cioccolato è buonissimo,specialmente quello fondente,infatti è importante sapere che nel cioccolato fondente sono presenti antiossidanti che sembra portino benefici alla salute. Sono concentrazioni di composti polifenolici, in particolare alcuni flavanoli, soprattutto in forma monomerica, come l’epicatechina, ed in forma di oligomeri e polimeri chiamati proantocianine,questi composti sono forti antiossidanti alimentari. Il cioccolato fondente contiene più ossidanti e meno zucchero del cioccolato al latte. Questi antiossidanti hanno la funzione di proteggere e riparare le cellule dall’’ossidazione causata dai radicali liberi, molecole inquinanti presenti nell’ambiente e pericolose per l’organismo stesso in quanto causa di danneggiamento delle cellule.Inoltre il cioccolato fondente è ricco di minerali, e più è puro, più minerali sono contenuti in esso. Per capire meglio: 40g di cioccolato al latte contengono il 5,2% della dose giornaliera raccomandata di ferro, invece 40g di cioccolato fondente ne contiene il 6,9%.Oltre al ferro contiene altri minerali importanti per la salute, come il Magnesio, il Potassio e il Rame. Il Magnesio ad esempio è importante per la prevenzione di diverse malattie croniche come il diabete di tipo 2, l’ipertensione e malattie cardiovascolari e 40g di cioccolato fondente contengono quasi il 12% del fabbisogno giornaliero di Magnesio, oltre al 4,2% di Potassio, 5,3% di Fosforo, 4,3% di Zinco e solo l’1,3% di calcio rispetto al 7,6% del cioccolato al latte, ovviamente conferito dall’aggiunta di latte alla miscela di preparazione.

    Pressione arteriosa e cuore: il cacao e i suoi prodotti derivati, come il cioccolato fondente al 70% o più di cacao, hanno guadagnato l’attenzione a causa di evidenze che dimostrano di essere in grado di abbassare la pressione sanguigna e migliorare la funzione endoteliale. Questi effetti sono spesso attribuiti alla presenza di flavonoidi, sostanze chimiche antiossidanti, presenti in abbondanza nel cacao.Ai flavonoidi sono stati associati diversi benefici tra cui la stimolazione della ossido nitrico sintasi, il miglioramento del flusso sanguigno e dell’elasticità arteriosa, la diminuzione della pressione sanguigna e l’aggregazione piastrinica, oltre che proprietà antinfiammatorie.A luglio del 2008, è stato pubblicato un articolo sull’”American Journal of Clinical Nutrition” che dimostra come il livello di zucchero nel cioccolato influisca sul suo effetto benefico finale: un contenuto di zuccheri più elevato potrebbe attenuare gli effetti benefici sul cuore, mentre una bassa concentrazione potrebbe amplificarli; perciò maggiore è la concentrazione di cacao nel cioccolato e migliori sono gli effetti sulla salute.Diabete: recenti studi hanno dimostrato gli effetti benefici del cacao e del cioccolato fondente sulla resistenza dell’insulina e sullo stato infiammatorio.Gli effetti antiossidanti del cacao possono influenzare direttamente l’insulino-resistenza e, di conseguenza, ridurre il rischio di diabete.Quindi il cioccolato fondente e, ancora meglio, quello extra-fondente, sono tra i pochi dolci non “banditi” dalle diete per diabetici: il cioccolato fondente al 70% o più di cacao ha un indice glicemico che non supera il 30, il cioccolato fondente con una percentuale di cacao inferiore ha un indice glicemico medio e quello del latte o il cacao zuccherato arrivano ad un indice glicemico di 70, pari a quello delle fette biscottate ad esempio,abbiamo messo un video informativo che vi spiegherà molto bene tutte le proprietà benefiche del cioccolato,arrivederci al prossimo articolo e buona continuazione.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 31 May 2016




Categorie: Consigli e Rimedi , Ricette Gastronomia e Dolci, Salute e Ɓenessere

Tag: cioccolato fondente,minerali,magnesio,potassio,rame,zinco,cacao,pressione arteriosa,flusso sanguigno,antiossidante,