Fortuna e Sfortuna ecco svelato il mistero della loro esistenza

    Fortunati o Sfortunati,questa è la domanda numero 1 che sempre ci siamo posti quando ci siamo trovati in situazioni difficili e subito abbiamo pensato automaticamente alla fortuna e alla sfortuna,ma ciò che ci accade nella vita non è altro che il frutto delle nostre scelte quotidiane e dei nostri modi di agire e re-agire nei confronti delle situazioni,non esiste una “Dea bendata” che ha preso in simpatia il nostro collega o amico mentre noi siamo perseguitati dalla sfortuna,sono i nostri atteggiamenti mentali a influenzare in modo determinante ciò che ci accade e a portarci alla felicità o all'infelicità,anzichè incolpare il capo, il collega, l’amico, il partner, il governo, l’oroscopo, il destino e l’immancabile sfortuna, per le cose che non vanno nella nostra vita, dovremmo iniziare ad assumerci la responsabilità di tutto ciò che ci accade,badate bene, ho detto responsabilità, non colpa,non è nostra la colpa per tutte le cose che accadono, ma è nostra responsabilità reagire in un modo piuttosto che in un altro quando le cose accadono.In questo articolo voglio, invece, approfondire le dinamiche della presunta fortuna o sfortuna citando uno studio davvero molto interessante, fatto da uno dei maggiori studiosi mondiali in fatto di fortuna, Richard Wiseman, famoso psicologo Inglese.Wiseman, per questo esperimento, coinvolse 400 persone, dai 18 agli 84 anni, una metà dei quali si riteneva molto fortunata e l’altra metà molto sfortunata.Scopo di questo esperimento era quello di capire se non è il modo in cui noi affrontiamo e reagiamo alle esperienze della vita a renderci fortunati o meno piuttosto che fattori esterni non imputabili a noi.Magari chi si ritiene fortunato sa cogliere le occasioni favorevoli quando gli si presentano, mentre gli sfortunati se le fanno banalmente sfuggire, perchè già proiettati ai risultati negativi che hanno in mente?

    “Tanto lo so già che sono sfortunato e sicuramente mi andrà male anche stavolta”Qualcuno potrebbe definirle, a ragione, profezie autoavveranti.l’esperimento di Wiseman diede ad ognuna delle 400 persone coinvolte, una copia identica della stessa rivista, chiedendo loro di contare quante fotografie vi comparivano. Ebbene, la maggioranza del gruppo degli “sfortunati” contò le immagini e restituì la rivista mediamente dopo due minuti. Invece la maggioranza dei “fortunati” si accorse che a pagina due una nota diceva chiaramente “Non contate oltre: questa rivista contiene 43 immagini”, e che un’altra nota a metà della rivista  grande quanto la pagina – offriva “250 sterline se riferite di avere visto questa pagina”.Allora non sarà che gli sfortunati partono già mal predisposti e vedono sempre “il bicchiere mezzo vuoto”, mentre i fortunati “mezzo pieno”? Wiseman chiese anche ai 400 partecipanti di immaginare di essere stati testimoni di una rapina a mano armata, durante la quale sarebbero stati lievemente feriti a un braccio. I commenti degli “sfortunati” a questo episodio immaginario erano tutti negativi (“proprio a me doveva capitare, potevo rimetterci la vita”); invece, i “fortunati” sapevano cogliere anche gli aspetti positivi della vicenda, e spesso dicevano: “me la sono cavata bene, ho avuto solo un graffio… e forse verrò anche intervistato dalla TV”.

    Questo esperimento ha evidenziato che se vogliamo vivere situazioni più “fortunate” dobbiamo imparare a cogliere le occasioni favorevoli; cambiare le nostre abitudini; ascoltare di più il nostro intuito; pensare che le cose sarebbero potute andare peggio, anziché lamentarsi perché non sono andate meglio; guardare con ottimismo il futuro. Queste sono le principali caratteristiche comuni a tutti quelli che dicono di vivere prevalentemente situazioni fortunate.La fortuna e la sfortuna non esistono ma sono soprattutto le nostre convinzioni e il nostro atteggiamento mentale ad incidere in maniera determinante su come molte situazioni di per sè neutre potranno evolvere in fortunate o infauste.Wiseman ha individuato quattro principi e dodici sottoprincipi che sottolineano la differenza tra tra chi si ritiene fortunato e chi, invece, sfortunato...spero che questo articolo sia stato di vostro gradimento,grazie della visita e buona visione.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 04 Jun 2016




Categorie: Notizie, Notizie strane e curiose

Tag: fortuna,sfortuna,dea bendata,gioco,destino,la vita,studiosi,psicologo,occasioni,mente,risultati negativi,