Topi in Casa,attenzione a dove si nascondono nei punti più impensabili,ecco cosa fare..

    Molte persone hanno il problema di avere i topi in casa,alcuni non ci fanno caso e lasciano correre,ma è importante sapere che questi animali potrebbero essere molto pericolosi per la nostra salute,la derattizzazione di topi e ratti riveste un ruolo essenziale nel settore della Sanificazione e nell’ Igiene Ambientale,i ratti sono un veicolo sin troppo “efficace” di agenti patogeni che vengono trasportati sulle zampe, sul pelo, sul muso e quindi trasferiti dalle cloache alle cucine, dalle fogne ai depositi di alimenti,i parassiti che vivono sui ratti principalmente pulci ed acari, facilitano la trasmissione degli agenti patogeni dai topi all’ uomo ed agli animali domestici, per di più i topi favoriscono la moltiplicazione di tali agenti, accrescendone la possibilità di trasferimento alla specie umana, provocando malattie quali, leptospirosi, colera, tifo murino, salmonellosi.Difficilmente il controllo può prescindere dalla distribuzione delle esche, ma la scelta del tipo e del modo con cui posizionarle può condizionare fortemente il risultato del lavoro.

    Gli interventi devono garantire, oltre all'eliminazione del roditore, anche la ricomparsa dei medesimi.

    Quindi come possiamo comportarci per non farli tornare più ? Bisogna conoscere, chi sono? Cosa hanno trovato da mangiare per poter vivere in questa area? Dove si nascondono durante il giorno? Dove passano per andare dai loro rifugi ai luoghi di alimentazione? Sono appena arrivati o sono qui da molto tempo? Da dove sono arrivati?Dove è possibile rendere inaccessibili le loro normali fonti di cibo.Questo aumenterà l’efficacia delle esche perché non avranno altro da mangiare,scegliere il giusto tipo di esca o di trappola a seconda dei casi,le esche e le trappole vanno ispezionate regolarmente, per valutare il consumo delle stesse ed eventualmente reintegrarle qualora siano finite,è buona norma prevenire le reinfestazioni creando dei punti di avvelenamento fissi e protetti in stazioni di avvelenamento di sicurezza per intercettare nuovi venuti.Queste trappole vanno posizionate lungo i percorsi tra le fonti di cibo e i loro nascondigli.Vanno posizionate vicino a pareti verticali.I posti migliori sono quelli dove si vedono più feci.

    Meglio posizionare le esche in posti nascosti (sotto mobili o sotto tubi o meglio in stazioni di avvelenamento).Prima di collocare le esche, possibilmente, eliminare le fonti alimentari alternative.Sostituire le esche degradate infestate o irrancidite.Reintegrare le esche fino a cessazione del consumo,usaando queste tecniche e questi consigli è garantito che i topi non torneranno più nella vostra casa,ma attenzione,quando posizionate e usate queste trappole ,seguite attentamente il foglio di istruzioni.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 14 Jun 2016




Categorie: Animali e Cani

Tag: topi,derattizzazione di topi,ratti,parassiti,acari,leptospirosi, colera, tifo murino, salmonellosi,