Come capire e interpretare il linguaggio dei Gatti,ecco la spiegazione

    Anche il gatto come il cane,èin grado di comunicare al suo amico umano,ovviamente poi sta a noi interpretare il linguaggio dei gatti e in questo articolo con video ve lo spiegheremo,quelli che fanno i gatti non sono dei versi a caso,lui in quel momento sta tentando di farci capire un qualcosa,e infatti ce' da sapere che
    il linguaggio dei gatti è molto complesso perchè è composto da segnali odorosi, gesti, fusa e miagolii,fin dalla nascita i cuccioli possono emettere due ben distinte gamme di suoni , le fusa e i miagolii.Le fusa servono per esprimere benessere e gratitudine, sono un segnale di rilassamento,a volte vengono usate dal gatto anche per esprimere completa fiducia nei confronti di chi gli sta intorno.

    Possono indicare sia un bisogno di aiuto che la volontà di accettarlo. Dopo la nascita i gattini usano le fusa per rassicurare la loro mamma e comunicarle che ricevono abbastanza nutrimento. A sua volta la mamma fa le fusa verso i gattini per aumentare il loro senso di sicurezza. Man mano che diventano grandi i micini fanno le fusa quando si avvicinano agli umani o ai gatti adulti con cui vogliono giocare.

    Un gatto è in grado di fare le fusa anche per periodi di tempo molto lunghi senza cambiare di intensità o di ritmo e continuando a respirare a bocca chiusa. Questa peculiarità appartiene, però, solo ai felini domestici mentre gli altri fanno le fusa sono durante le fasi di espirazione.Oltre a fare le fusa, un gatto può esprimere felicità e gratitudine anche rotolandosi per terra.I miagolii, invece, esprimono sentimenti ben precisi tanto che hanno modulazioni molto varie : sono acuti se il gatto si sente in pericolo di vita o è nella “fase dell’amore” mentre sono lievi quando il gatto deve fare una richiesta pulizia della lettiera, coccole, cibo.I gatti,inoltre, ringhiano e soffiano quando vogliono manifestare tutta la loro rabbia.I nostri piccoli felini usano tutto il loro corpo per comunicare, soprattutto la mimica facciale, le zampe e la coda.Spesso tra loro si sfiorano il naso e si annusano in segno di amicizia.

    Quando sono arrabbiati tirano indietro le orecchie e i baffi; la coda può esprimere nervosismo se viene mossa a scatti, eccitazione se è ondeggiante e saluto se è sollevata verticalmente.Strofinarsi sul proprio padrone è un modo per trasferire il proprio odore, quindi segnala un “accettare l’amicizia” con quella persona.Un gatto spaventato, invece, raddrizza il pelo,gonfia la coda e ringhia mentre se vuole risultare minaccioso, rizza il pelo solo lungo la colonna vertebrale.Il timbro di voce del gatto e’ unico; ci sono razze feline più chiaccherone come quelle orientali il Siamese e razze più silenziose come il Persiano ritenuto la razza meno loquace fra tutte,quindi se notate una persona che parla con il suo gatto non stuitevi,non è pazzo,ma soltanto rispondendo alle richieste del suo gatto.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 19 Jun 2016




Categorie: Animali e Cani, Notizie

Tag: gatti,linguaggio gatto,felino,animale domestico,fusa,miagolare,malattie feline,alimentazione dei gatti,