Il cane può fiutare e riconoscere il cancro ad una persona con la precisione del 97%

    Anche se attualmente non esiste una cura per il cancro, la diagnosi precoce offre la migliore speranza di sopravvivenza.I cani hanno una straordinaria capacità di fiutare esplosivi, droghe e anche di fungere da allerta per alcuni problemi di salute come l’epilessia e un basso livello di zucchero nel sangue nei pazienti diabetici.Un nuovo studio dimostra che cani particolarmente addestrati possono anche annusare il cancro nei campioni di sangue con una precisione del 97%, secondo Heather Junqueira, la ricercatrice principale della BioScentDx, con sede in Florida."Anche se attualmente non esiste una cura per il cancro, la diagnosi precoce offre la migliore speranza di sopravvivenza", ha detto Junqueira a Science Daily. "Un test altamente sensibile per la rilevazione del cancro potrebbe potenzialmente salvare migliaia di vite e cambiare il modo in cui viene trattata la malattia".I recettori degli odori dei cani sono 10.000 volte più precisi di quelli degli umani, il che significa che possono rilevare sottili cambiamenti nel sangue e nella chimica dell’alito che gli esseri umani non possono percepire, secondo i ricercatori.Junqueira ha presentato lo studio della sua squadra questa settimana alla conferenza annuale dell’American Society for Biochemistry and Molecular Biology in Florida.In che modo il programma ha iniziato a utilizzare i cani per rilevare il cancro?Circa cinque anni fa, Junqueira ha fondato BioScent K9, un'organizzazione senza scopo di lucro, che addestra cani di razza Beagle ad avvertire i pazienti diabetici quando è imminente un calo di zucchero nel loro sangue.Poco dopo aver avviato l'organizzazione, suo padre è morto a seguito di una diagnosi di cancro in stadio avanzato.

    La sua morte ha spinto Junqueira a iniziare la ricerca sul cancro.Ha trovato la Pine Street Foundation a San Anselmo, in California, dove i ricercatori usavano i cani per identificare il cancro ai polmoni e al seno usando la condensazione del respiro e la saliva.Junqueira ha contattato la fondazione e i ricercatori hanno condiviso le loro scoperte con lei.Da lì, lei e il suo team hanno iniziato a formare quattro beagles per identificare la differenza tra i campioni di siero di sangue di pazienti sani e quelli con cancro ai polmoni.Tre dei cani hanno identificato il cancro con un'accuratezza del 96,7% e hanno identificato campioni normali nel 97,5% delle volte.Uno dei cuccioli, di nome Snuggles, non era motivato a esibirsi, ha detto Junqueira a Science Daily.il test di screening poco costoso ha mostrato grandi promesse per la diagnosi precoce del cancro, secondo i ricercatori."Abbiamo avuto il caso di un paziente in cui il cane ha identificato il cancro, ma i medici non sono riusciti a individuarlo se non 18 mesi dopo", ha raccontato il Dr. Tom Quinn a Your Observer in un'intervista all'inizio di quest'anno. Quinn è un professore di ricerca al Lake Erie College of Osteopathic Medicine di Bradenton, in Florida, che ha collaborato con BioScentDx.Gli scienziati stanno utilizzando la ricerca per sviluppare altri strumenti diagnostici basati sui composti biologici rilevati dai cani."Questo lavoro è molto eccitante perché apre la strada a ulteriori ricerche lungo due percorsi, che potrebbero portare a nuovi strumenti di rilevamento del cancro", dichiara Junqueira. "Uno sta usando il rilevamento dei cani come metodo di screening per i tumori e l'altro dovrebbe determinare i composti biologici che i cani rilevano e quindi progettare test di screening del cancro basati su quei composti".L'azienda offre un servizio di rilevamento del cancro per corrispondenza che utilizza il respiro di una persona.I campioni vengono raccolti facendo respirare la persona per diversi minuti in una maschera chirurgica che poi deve essere inviata all'azienda per essere testata.
    Ci vogliono circa quattro settimane per ricevere i risultati del test da $ 50.
     Il test non può identificare la posizione del tumore. La società consiglia di condividere risultati positivi con un medico.

  • Scritto da

  • LikeBook
  • il 13 May 2019




Categorie: Animali e Cani, Notizie

Tag: DOG, CANCRO, CANI, FIUTO, OLFATTO, RICERCA, STUDIO